Apostille o non apostille? Questo è il quesito.

ColloquioIn quanto agenzia di traduzioni professionali è nostro compito aiutare i nostri clienti anche con supporto e chiarimenti riguardanti le pratiche da noi seguite. Siamo altamente specializzati sul tema delle traduzioni giurate e legalizzate da traduttore professionale, e con la nostra esperienza  possiamo aiutare a far luce sull’argomento.

La legalizzazione è la certificazione della firma presente su un documento. Ad esempio può attestare la validità della firma di un ufficiale del Comune, di un Rettore di università, o di un Funzionario. A seconda della carica del firmatario viene apposta negli uffici della Procura o della Prefettura di ogni città italiana.

Le apostille apposte all’estero su documenti poi destinati all’Italia sono apposte o negli uffici competenti delle città o al Consolato –a seconda delle regole vigenti nei diversi Paesi.

Quando va apposta?

La regola è semplice: quando un documento deve essere tradotto in lingua straniera e consegnato quindi alle autorità estere, dopo la traduzione giurata bisogna apporre la legalizzazione.

Questa indicazione si trova anche affissa presso gli uffici di asseverazione del tribunale di Udine.

Prima di mettere l’apostille bisogna necessariamente procedere alla traduzione giurata del documento.

Apostille o legalizzazione

La legalizzazione si chiama apostille quando si appone su documenti destinati ai Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aja (convenzione che, in breve, ha snellito le pratiche relative permettendo di eseguirle senza recarsi presso Consolati o Ambasciate). Si chiama semplicemente legalizzazione per i paesi non aderenti a tali accordi.

La legalizzazione del documento di partenza

In alcuni casi prima di procedere alla traduzione giurata e legalizzata del documento bisogna apporre la legalizzazione anche allo stesso documento di partenza.

Questo passaggio va effettuato dal cliente prima del nostro intervento. In questo caso l’ordine delle pratiche è il seguente:
1) apostille del documento italiano (a cura del cliente)
2) traduzione (nostra responsabilità)
3) asseverazione della traduzione (nostra responsabilità)
4) apostille della asseverazione della traduzione (nostra responsabilità)

Per ulteriori informazioni consulta la nostra pagina sulle traduzioni legalizzate