Traduzione Certificato di Matrimonio

La traduzione del certificato di matrimonio è un passaggio fondamentale per far sì che un matrimonio contratto all’estero sia valido ufficialmente in Italia o, viceversa, che un matrimonio celebrato regolarmente in Italia sia riconosciuto anche in un paese straniero.

Asseverazione traduzioneTrattandosi di una procedura fondamentale per poter beneficiare del vincolo del matrimonio anche in un paese diverso rispetto a quello in cui si è celebrato, è fondamentale affidarsi a professionisti del settore che siano in grado di aiutarti in tutti i passaggi necessari alla validazione.

La traduzione del certificato di matrimonio è solo il primo passo per far sì che lo stesso sia valido e riconosciuto anche nel paese di destinazione.
Infatti, dopo la traduzione del certificati di matrimonio, è necessaria la pratica di asseverazione e – se il documento tradotto va presentato un in paese all’estero – anche la legalizzazione.

Per una corretta procedura e non rischiare di inficiare l’intero processo di validazione del matrimonio, come prima cosa bisogna stabilire l’origine e la destinazione del documento. Questo perché ci sono regole diverse: ad esempio, se il paese d’origine è l’Italia e il documento è destinato a un paese estero bisogna sapere come comportarsi nel caso in cui il paese di destinazione faccia o meno parte dei paesi aderenti alla Convenzione dell’Aja.

Cosa devo fare se mi serve tradurre in italiano un certificato di matrimonio estero?
Prima di procedere con la traduzione del certificato di matrimonio, è necessario seguire queste semplici regole:

  • Se il documento italiano deve essere utilizzato in un paese estero che aderisce alla Convenzione dell’Aja, prima di tradurlo, è necessario che, una volta rilasciato dal Comune, sia portato presso la Prefettura della Provincia in cui è avvenuto il matrimonio per far apporre sull’originale il timbro dell’Apostille.
  • Se il documento italiano deve essere utilizzato in un paese estero che non aderisce alla Convenzione dell’Aja, il certificato dovrà essere comunque portato nella Prefettura della Provincia il cui è avvenuto il matrimonio, ma bisogna fare richiesta del timbro di legalizzazione da apporre sull’originale del certificato di matrimonio.

A questo punto, il certificato originale completo di tutti i timbri necessari, è pronto per essere tradotto e asseverato nonché legalizzato.
È bene specificare che, la nostra agenzia di traduzione si occupa di tutta questa seconda parte di procedura, ossia tutto ciò che riguarda la traduzione, l’asseverazione della traduzione e l’apposizione del timbro di legalizzazione o Apostille sulla traduzione.

Per maggiori informazioni sulle traduzioni legalizzate. 

Cosa fare per tradurre in una lingua straniera un certificato di matrimonio italiano?
Quando un matrimonio è avvenuto all’estero affinché sia valido e riconosciuto anche per lo Stato italiano è necessario far apporre il timbro di Apostille sul documento originale dal Paese di origine in cui è stato celebrato il matrimonio.
Una volta che il certificato originale in lingua straniera è stato apostillato, la nostra agenzia di traduzioni può procedere con la traduzione dell’intero plico e con l’asseverazione della traduzione.

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO
oppure
TELEFONA AL NUMERO VERDE 800.150.001

certificato di matrimonio traduzione e asseverazione

Quando serve tradurre un certificato di matrimonio?

Possono essere diverse le motivazioni per cui è richiesta la traduzione del certificato di matrimonio.

Vediamo alcuni casi:

  • La traduzione del certificato di matrimonio in lingua straniera (nel caso di un certificato di matrimonio redatto in italiano) o in lingua italiana (nel caso in cui il matrimonio sia celebrato all’estero e sia redatto in altra lingua straniere) può rendersi necessaria nel caso in cui si abbia la necessità trascrivere (cioè registrare e rendere ufficiale) un matrimonio celebrato in un paese diverso. Quindi per trascrivere In Italia un matrimonio celebrato all’estero o per trascrivere all’estero un matrimonio celebrato in Italia.
  • Un altro motivo per cui potrebbe essere necessaria la traduzione del certificato di matrimonio è per la richiesta di cittadinanza nel nuovo paese di arrivo per sé o per i propri figli.
  • Infine, dal momento che il certificato di matrimonio contiene numerosissime informazioni come, ad esempio, la scelta del regime patrimoniale o annotazioni particolari quali matrimoni precedentemente contratti, la traduzione di tale certificato di matrimonio potrebbe servire anche per le pratiche di divorzio.

Cosa serve oltre alla traduzione del certificato di matrimonio?
Non basta la semplice traduzione del certificato di matrimonio per far sì che sia riconosciuto nel paese di destinazione.
Una volta che sei in possesso dell’originale del tuo certificato di matrimonio, per prima cosa dovrai apporre sul certificato stesso il timbro di legalizzazione o Apostille del Paese di provenienza del certificato (verifica sempre attentamente, però quali sono le richieste del Paese di destinazione).
Successivamente la nostra agenzia di traduzioni può supportarti in tutti questi passaggi:

  1. traduzione del certificato di matrimonio
  2. asseverazione della traduzione del certificato di matrimonio
  3. apposizione del timbro di legalizzazione/Apostille (solo nel caso di certificato di matrimonio per l’estero) sulla traduzione già asseverata

L’attività di traduzione è il primo passo: tutto ciò che compare nel certificato di matrimonio, dall’intestazione del Comune che lo ha rilasciato, fino al timbro verrà tradotto dai nostri traduttori madrelingua.
Se ti serve, per esempio, tradurre un certificato di matrimonio dall’italiano all’inglese il progetto di traduzione sarà affidato a un traduttore madrelingua inglese che svolgerà con cura e attenzione la traduzione.
A questo punto comincia la pratica di asseverazione: in questo caso, il traduttore si reca in Tribunale o davanti al Giudice di Pace per prestare il giuramento tipico dell’asseverazione.
Infine, se il certificato di matrimonio è italiano e si desidera presentarlo e validarlo per un paese estero è necessaria la terza fase: l’apposizione sulla traduzione  – completa del verbale di giuramento –  del timbro di legalizzazione o Apostille.

traduzione asseverata

A chi mi rivolgo per tradurre un certificato di matrimonio?
La nostra agenzia lavora da oltre 10 anni in questo settore.
Per questo motivo possiamo garantire non solo che la nostra traduzione sia adatta all’obiettivo finale ed eseguita a regola d’arte secondo quanto richiesto dalle procedure.
Anche un semplice errore di battitura può compromettere tutto l’iter burocratico per il semplice fatto che, trattandosi di due paesi diversi che “dialogano” tra loro attraverso le rispettive ambasciate, le informazioni devono avvenire secondo protocolli precisi.

Per tradurre e asseverare un certificato di matrimonio è meglio se mi rivolgo a un traduttore giurato del Tribunale?
Assolutamente no.
Serve scegliere un’agenzia di traduzione professionale come Traduzione.it.
La nostra agenzia, infatti, traduce, assevera e – se serve – legalizza quasi 100 pratiche alla settimana tra cui numerosissimi certificati di matrimonio.
Questo è garanzia di: competenza, precisione, affidabilità e velocità.

Abbiamo una conoscenza approfondita delle procedure di trascrizione dei certificati di matrimonio, ci rechiamo in Tribunale o dal Giudice di Pace più volte a settimane e siamo in grado di gestire la traduzione, l’asseverazione e la legalizzazione di un certificato di matrimonio in 3 giorni lavorativi spedendo con corriere espresso l’originale del documento direttamente all’indirizzo desiderato.

Leave a Reply