Vuoi eseguire una buona traduzione? Non affidarti a Google Translate

Google Translate e i suoi utilizzi

Chi non ha mai utilizzato Google Translate? Il famosissimo sistema di traduzione automatica di Google viene usato tutti i giorni da milioni di utenti, sia da computer che da dispositivi mobili.

Sebbene questo strumento possa rivelarsi utile in alcuni contesti, per esempio quando ci si trova all’estero e si ha bisogno di comunicare nell’immediato tramite parole base, come si faceva ai tempi dei mini dizionari tascabili che non potevano mai mancare in valigia, non è tutto oro quello che luccica: Google Translate, infatti, non è l’ideale se si vuole andare oltre ed effettuare una buona traduzione. Il motivo? Possiamo individuarne più di uno.

Motivi per cui  Google Translate non è la scelta migliore

Innanzitutto, il sistema richiede di essere connessi a Internet e, seppure ormai chiunque ha accesso alla rete in ogni momento della giornata, ci sono contesti in cui ci si trova a operare off line.

Poi, il livello di accuratezza di GT non è molto alto, anzi potremmo dire che è abbastanza approssimativo, e ciò non è d’aiuto quando vogliamo essere sicuri di ciò che stiamo traducendo. Questa “pecca” fa sì che il sistema non sia adatto da utilizzare quando dobbiamo tradurre un testo dal linguaggio tecnico/specialistico.

Per lo stesso motivo, è bene non utilizzare GT nel caso in cui il documento da tradurre abbia dei contenuti riservati o molto importanti: sarà meglio affidarsi a un traduttore professionista, che sappia mantenere il riserbo sui contenuti e destreggiarsi tra le difficoltà che le lingue comportano. Seppure si tratti di una scelta che implica costi più alti, sarà un investimento sulla qualità del lavoro eseguito.

Un’altra ragione per cui GT dimostra di non essere uno strumento particolarmente affidabile è il fatto che il sistema presenta dei bug che non consentono di ottenere traduzioni fedeli e affidabili, con il rischio di cadere facilmente in errori grossolani che possono compromettere la comprensibilità dell’intero testo.

Esiste poi una categoria professionale per cui l’uso di GT è altamente sconsigliato: gli interpreti, che devono effettuare traduzioni estemporanee e non avrebbero il tempo materiale di digitare tutto ciò che viene detto durante meeting, conferenze ed eventi in cui il pubblico e i relatori hanno bisogno di comprendere via via ciò che si dice.

Infine, c’è un ulteriore “difetto di GT” che lo rende uno strumento poco adatto a una traduzione accurata e professionale: l’applicazione non è in grado di cogliere le sfumature di significato che un termine può assumere in una determinata lingua. Si tratta di sottigliezze presenti in qualsiasi idioma e, anche se GT riesce a tradurne più di 100, non si tratta di elementi che è possibile individuare tramite un sistema automatico: solo un traduttore professionista, infatti, può rendere al 100% le sfumature di significato che una parola può assumere all’interno di un testo.

Traduzione.it come agenzia di traduzione mette a disposizione traduttori professionisti e madrelingia